Fondazione Carlo Grandori

Utilizzare tecniche all’avanguardia per accelerare la scoperta di nuove terapie non tossiche e personalizzate per la cura del cancro ed altre malattie.

Photograph of Carla and Carlo GrandoriCarlo Grandori blueprint

Fondatori della FCG

Dott.ssa Carla Grandori

direttrice della FCG

Carla GrandoriLa dottoressa Carla Grandori, figlia di Carlo Grandori, dirige il centro di High Throughput Screening Quellos a Seattle, è Professore Associato presso il Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Washington e Ricercatrice Associata presso il Dipartimento di Biologia Umana del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, ed è considerata un'esperta sulla funzione dell’oncogene MYC presente in molti tipi di cancro.

La dottoressa Grandori ha ottenuto il dottorato di ricerca presso la Rockefeller University a New York nel 1989 dopo aver conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia Generale all’Università di Roma nel 1982. Successivamente ha continuato i suoi studi al Massachusetts Institute of Technology e al Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle.

Durante il corso di due anni di lavoro presso la compagnia farmaceutica Rosetta Inpharmatics, una ditta associata alla Merck, la dottoressa Grandori ha lavorato con la nuova tecnologia di genomica funzionale High Throughput Screening (HTS). Ora dirige il Centro Quellos alla Università of Washington e un laboratorio di ricerca al Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle dove fa ricerca su tumori pediatrici e cancro dell’ovario. Recentemente, la dottoressa Grandori con altri colleghi ricercatori ha fondato Cure First, un organizzazione basata negli USA che promuove e dirige progetti di collaborazione tra clinici e scienziati utilizzando queste nuove tecnologie, organizzazione alla quale la FCG sarà associata.

Marisa Bruno Grandori

Marisa Bruno GrandoriSposata a Carlo Grandori dagli anni cinquanta, è rimasta al suo fianco sino alla celebrazione del loro 50esimo anniversario, il giorno prima della morte di Carlo. Dopo la laurea in Farmacia conseguita presso l'Università di Genova, Marisa si è dedicata alla famiglia e ha seguito Carlo in viaggi di lavoro in tutto il mondo. Ha trasmesso ai figli valori importanti quali la lealtà, l'onestà e la generosità. Marisa continua a sostenere con l'entusiasmo e la generosità che la contraddistinguono le attività dei figli e il lavoro della Fondazione Carlo Grandori.

Clotilde Grandori

Figlia di Carlo Grandori si è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l'Università di Roma (la Sapienza) con tesi sulla visione della vita e della poesia di John Keats. È attualmente docente di Inglese presso una Scuola Media di Pomezia, provincia di Roma, dove è sempre alla ricerca dei metodi migliori per insegnare la lingua straniera con risultati positivi ai suoi studenti.

Clotilde è appassionata di cucina, ballo, ginnastica e di sci, di cui suo padre Carlo fu il suo primo istruttore. Clotilde ama la vita come Carlo, che l'ha sempre sostenuta ed incoraggiata a seguire con fiducia le sue passioni.

Remo Grandori

Presidente della SELI, società di costruzioni di gallerie

Remo GrandoriRemo Grandori, figlio di Carlo Grandori, lavora presso l’impresa SELI dall'inizio degli anni 80, quando ancora studente di ingegneria. Nel 1984 si è laureato in Ingegneria Meccanica presso l'Università di Roma (la Sapienza) con tesi su macchinario di frese, (Tunnel Boring Machines o TBM), la tecnologia brevettata da suo padre venticinque anni prima. Dal 1989 Remo dirige la SELI e dal 2002 ne è il Presidente. Sotto la sua direzione la ditta SELI ha sviluppato numerose nuove tecnologie e macchinari TBM, portando a termine più di 100 progetti di scavo di gallerie in tutto il mondo, per una distanza complessiva di circa 700Km, compreso il progetto Whanjazhai di ridirezione del corso delle acque del Fiume Giallo in Cina, la galleria Evinos in Grecia, gallerie di metropolitane Europee tra le quali quella di Torino in preparazione per le Olimpiadi, a Vancouver in Canada, Caracas in Venezuela, San Paolo in Brasile, New York ed infine in Europa ancora a Roma, Atene, Salonicco e Oporto.

Luca Grandori (1946–2012)

Luca GrandoriFiglio di Carlo Grandori, Luca è stato giornalista iscritto all’Albo dal 1971. Dopo la Laurea in Scienze Politiche e in Comunicazioni, Luca ha lavorato nel campo della redazione ed edizione di riviste, quotidiani, libri e comunicazioni via web presso numerose case editrici italiane quali la Rizzoli, la Mondadori e il Gruppo Class. Ultimamente è stato Direttore delle Comunicazioni presso il Touring Club Italiano.

In qualità di consulente presso la Ferrari, Luca ha partecipato all’organizzazione di eventi a livello internazionale, principalmente a scopo di beneficenza ed associate a fondazioni e società non-profit.

Giuseppe Grandori (1921–2011)

Giuseppe GrandoriProfessore Emerito di Scienza delle Costruzioni presso il Politecnico di Milano dal 1962 al 1991, Giuseppe Grandori è ricordato come grande accademico, ingegnere civile e ricercatore. È stato presidente della IAEE, International Association for Earthquake Engineering, dal 1988 al 1992.

Il professor Grandori, considerato ‘padre’ dell’Ingegneria Sismica in Italia, ha stabilito negli anni 60 un centro internazionale per lo sviluppo di questa disciplina presso il Politecnico di Milano, centro che è stato punto di riferimento per studiosi italiani e stranieri. Le sue ricerche hanno fornito contributi fondamentali su temi quali l’affidabilità dei modelli di pericolosità sismica e la scelta del rischio sismico accettabile, e sono apparse sulle più autorevoli e prestigiose riviste scientifiche internazionali. La sua vitalità scientifica lo ha portato a scrivere e a pubblicare fino a pochi mesi dalla sua morte. I suoi studi hanno fornito importanti linee guida per la definizione della normativa sismica italiana del 1980 e per gli interventi di ricostruzione dopo vari eventi sismici.

I contributi del Prof. Giuseppe Grandori sono stati riconosciuti con Medaglie d’oro dei Benemeriti della Repubblica Italiana (1975) e del Comune di Milano (1980).

Carlo Grandori (1911–2002)

Carlo GrandoriCarlo Grandori nacque a Padova nel Giugno del 1911, primo di quattro figli di Remo e Luigia Grandori entrambi scienziati. Remo fu professore di Entomologia prima all’Università di Padova e poi a Milano. Oltre alla collaborazione con il marito, Luigia fu insegnante di Biologia. Ispirati dalle scoperte scientifiche, in particolare dalla teoria dell’evoluzione, chiamarono il loro primogenito Carlo Galileo, in onore di Charles Darwin e di Galileo Galilei.

Nel 1950, dopo la laurea in Ingegneria Meccanica conseguita al Politecnico di Milano, Carlo, grazie ad un prestito, fondò la SELI, una società specializzata in costruzioni di gallerie. I suoi primi collaboratori furono giovani di grande talento e molti di loro lavorarono presso la SELI per tutta la loro carriera.

Negli anni sessanta Carlo scoprì le macchine di trivellazione TBM. Carlo capì che queste ultime erano più efficienti e sicure dei pericolosi esplosivi che venivano allora impiegati comunemente. Nel 1969, per la prima volta in Italia, la SELI utilizzò un macchinario TBM per lo scavo di 5Km della galleria del Brasimone, rivoluzionando dunque questo settore delle costruzioni.

In seguito Carlo Grandori collaborò con un pioniere dell’ingegneria TBM, Dick Robbins, della Robbins Company di Seattle, per progettare macchinari adatti ai difficili terreni Europei. Nel 1972 la collaborazione produsse la prima trivella TBM a doppio scudo telescopico. Questo tipo di macchinario venne in seguito impiegato in un grandissimo numero di progetti compresa la galleria sotto la Manica.

Nel 2011, in occasione del centenario della sua nascita, la famiglia onora la memoria di Carlo Grandori, ricorda il suo amore per la vita, i suoi successi e la sua generosità dando inizio alla Fondazione Carlo Grandori.

FCG